Login    Iscriviti

Problemi elettrici burgman 99/00

Domande frequenti, consigli e trucchi per la cura ma, soprattutto, la manutenzione ordinaria e straordinaria del vostro Burgman (in quest'area non si fanno domande).
  • Autore
    Messaggio

Problemi elettrici burgman 99/00

Messaggioda dataroby » lun nov 10, 2008 6:40 pm

E' già da un'anno o piu' che avevo scritto questo promemoria dei lavori sull'impianto elettrico che avevo effettuato sul mio vecchio burgy,ma per un motivo o l'altro me ne sono sempre dimenticato,ora che,facendo un pò di ordine nel mio hard disk,mi è saltato fuori questo documento ho pensato di pubblicarlo qui nel caso possa essere utile a qualcuno.
-------------------------------------------------------------------------------------

" I problemi che affliggono il burgman prima serie durante l'uso quotidiano penso siano noti a tutti,2 di questi che credo siano particolarmente fastidiosi sono:

-Difficoltà avviamento specialmente nei periodi freddi.
-Spegnimento del motore non appena si accende qualcosa tipo fanali,frecce,stop e nei casi piu' gravi anche senza nessun motivo,a random.

Anche il mio è afflitto da questi problemi e siccome stavo che pensando di sostituirlo sembra che se ne sia avuto a male e mi ha creato non pochi problemi tanto che non riuscivo nemmeno piu' ad usarlo che tanto ogni cosa che facevo lui puntualmente si spegneva e quando ciò accade in mezzo ad un incrocio,tanto per fare un esempio,non è per niente piacevole.
A me piacciono le sfide e prima di venderlo (l'alternativa sarebbe tagliarlo in 2 con una motosega e poi buttarlo) ho deciso di sistemarlo e direi che ci sono riuscito in pieno!
Cominciamo col dire che dopo aver provato di tutto a livello carburatoristico per ovviare al problema dell'avviamento difficoltoso che si verificava a volte anche a caldo sono arrivato alla conclusione che la causa principale era l'impianto elettrico che giudicherei nettamente sottodimensionato nonchè contorto dal punto di vista progettuale.
Per aver la certezza che questa mia ipotesi fosse giusta ho provato per un certo periodo,compreso quello invernale,ad avviare lo scooter applicando dei cavi con morsetto (quelli che si usano normalmente x gli avvii di emergenza) direttamente al motorino di avviamento utilizzando sempre la batteria dello scooter,risultato: anche con temperature vicine allo zero non sbagliava un colpo!!
Ora la domanda era: come mai se invece avvio normalmente ciò non avviene? E poi perchè a volte dopo aver messo in moto quando accendo i fanali il motore si spegne?
Ho pensato che i 2 difetti fossero correlati.
Prima di andare avanti vorrei fare una premessa,spesso si legge di gente che ha problemi di avviamento ,e la risposta che per lo piu' gli viene data è:"l'arricchitore di benzina" (tecnicamente il nome corretto è termoelemento).Anch'io mi ero convinto che fosse la causa ma dopo averlo sostituito e speso 99 neuri mi sono subito reso conto che è stata una spesa del tutto inutile,anzi controproducente inquanto il problema stava nell'accensione e non nell'alimentazione che venendo ulteriolmente arricchita (il mio termoelementeo non funzionava) non faceva che peggiorare la situazione.
Altra premessa:l'aggiunta del filo di massa alla centralina per ovviare allo spegnimento del motore quando si azionano i fanali o altro che a suo tempo mi era stata consigliata anche su questo forum si è rivelata del tutto insufficente,ma penso che sia doveroso precisare che ogni scooter è una storia a sè e magari a qualcuno la semplice aggiunta del filo di massa ha funzionato.
Andiamo avanti facendo l'elenco dei lavori che ho effettuato:
-1.Ho aggiunto 2 fili accoppiati da 6 mm che collegano il polo negativo della batteria direttamente al telaio.

-2.Ho aggiunto 2 fili accoppiati da 6mm che collegano il telaio al motore,il collegamento è stato effettuato attaccandomi ad una delle 2 viti che fissano il motorino di avviamento (sull'altra vite c'è attaccato il cavo del negativo che arriva direttamente dalla batteria) e l'altro capo ad un foro sul telaio già esistente.

-3.Ho aggiunto un filo da circa 3 mm, di sostegno a quello già esistente, sul positivo sotto chiave che alimenta rispettivamente: Centralina,bobina di accensione,termoelemento e il relè che si trova vicino alla centralina.
Questo filo è di colore arancio con riga bianca e lo troviamo che parte dal pulsante rosso di emergenza che si trova sul manubrio.Non è necessario andarlo a prendere lì in quanto è di sezione abbastanza grossa,io l'ho intercettato nella morsettiera che si trova dietro alla mascherina a forma di boomerang davanti,non è difficile trovarlo l'importante e non prendere il filo sbagliato.Ripeto il filo in questione è di colore arancione con riga bianca,ce ne sono molti altri di fili arancioni ma o non hanno nessuna riga oppure se ce l'hanno è di colore diverso,quindi attenzione!!
Il filo che ho aggiunto è a 2 capi e l'ho portato nella parte posteriore del burgy piazzando una canalina flessibile tipo quelle che si usano per gli impianti elettrici domestici.
Un capo l'ho attaccato al positivo della centralina e al positivo del relè anch'essi di colore arancio con riga bianca.
(Nota: per accedere alla centralina bisogna togliere il vano sottosella,la troveremo sul lato destro del burgy,su di essa sono collegate 2 spine una grande e una piccola con soli 4 fili,sulla spina piccola sono presenti i cavi di alimentazione il positivo è appunto arancio con riga bianca e il negativo nero con riga bianca)
L'altro capo l'ho portato alla bobina,per accedere alla bobina bisogna togliere il box filtro,essa si trova fissata con 2 viti da 5 di fianco al cilindro sul lato sx,io consiglio di smontarla anche se non è facile,per farlo procuratevi una chiave a brugola da 4 a L e una a T.
Sotto alla bobina sono collegati 2 fili tramite faston,tagliateli e buttateli via,io una volta sono rimasto a piedi perchè uno dei faston si era allentato e staccato.
I 2 fili sotto alla bobina sono rispettivamente di colore arancio con riga bianca e l'altro è totalmente bianco.
Il filo bianco và direttamente alla centralina e serve per inviare l'impulso di accensione io consiglio di rinforzare anche quello,l'altro quello arancio con riga bianca è quello a cui va attaccato il filo nuovo di cui si parlava prima.
Collegate i fili nuovi a quelli vecchi insieme e stagnateli sulla bobina così non correrete il rischio di rimanere a piedi come me per colpa di un faston da 2 centesimi piazzato in una posizione che piu' infelice di così non si poteva.

-4.Ho stagnato tutti i faston che troviamo sui cavi batteria,relè del motorino d'avviamento e quelli che troviamo attaccati al motorino d'avviamento.
Questi cavi sono grossi e sono crimpati su un faston anch'esso piuttosto grosso quindi per stagnarli occorre uno stagnatore abbastanza potente altrimenti la stagnatura non avviene,magari date una scaldata preventiva con un'accendino.
Procedere così:lavare e sgrassare con benzina o altro la parte da stagnare,grattare con carta vetro x bene in modo che lo stagno colato abbia il massimo del grip.

-5.Vicino alla cenralina in mezzo a tutti quei fili sparsi che solo un giapponese dispettoso poteva pensare di sistemarli in quel modo,troverete un distributore di masse;si tratta di un insieme di fili di colore nero con riga bianca (masse appunto)collegate insieme ad un piccolo morsettino che a prima vista assomiglia molto ad un piccolo relè..bene,stagnate un filo lì e attaccatelo al telaio.

Dopo aver effettuato tutto questo lavoro che richede una certa pazienza ho ottenuto un burgman che si avvia al primo colpo di avviamento perchè il motorino ora gira come si deve e qualsiasi cosa io aziono frecce,fanali,stop,lampeggio non si spegne piu' mettendo in pericolo la mia sicurezza per la strada.Ovviamente dò per scontato che abbiate una batteria in buono stato e che lo statore faccia il suo lavoro come si deve.

Tanto per fare chiarezza:non ho in alcun modo toccato o eliminato i fili che fanno parte dell'impianto originale ,li ho solo rinforzati accoppiando ad essi un filo nuovo perchè quelli originali sono troppo piccoli,troppo lunghi e se lo scooter ha un pò di anni probabilmente pure marci.

Ci sarebbe un'altra modifica da fare;io l'ho fatta ma in un secondo tempo.
Se qualcuno lamenta solo i problemi di spegnimento motore e non ha voglia/tempo/capacità di eseguire tutto il lavoro che ho dettato fin d'ora perchè magari non ha intenzione di tenere il burgy ancora per molto, per ovviare al problema può applicare uno o due condensatori elettrolitici sui fili che alimentano la centralina che ho menzionato prima e cioè: sulla spina più piccola attaccata alla centralina il filo nero con riga bianca (negativo) e il filo arancio con riga bianca (positivo).
Il condensatore elettrolitico deve avere un valore che non sia al di sotto dei 3000 microfarad 35V, io ad esempio ne ho messi 2 da 4700 microfarad 63V
,insomma che abbia una capacità tale da ovviare ai picchi di caduta dell'impianto elettrico che altrimenti mandano in "reset" la centralina facendo spegnere il motore.
Ricordatevi che i condensatori elettrolitici hanno la polarità e che qualsiasi filo o componente aggiunto deve essere stagnato in modo da scongiurare pericoli di falsi contatti e che prima di eseguire tutti i lavori che ho menzionato è meglio scollegare la batteria e per ultimo che la modifica numero -2. la considero essenziale in ogni caso in quanto fra motore e telaio non c'è un collegamento vero e proprio"

Dataroby.
dataroby
Ci sono sempre
Ci sono sempre

Avatar utente
 
Messaggi: 518
Iscritto il: dom giu 12, 2005 6:38 pm
Località: Rimini
Modello scooter o moto: B400 Y colore?

Messaggioda viganet » mer nov 12, 2008 3:55 pm

Complimenti per il lavoro fatto e per il resoconto scritto.

Io ho appena preso un burgman del 99 che si spegne quasi sempre quando metto le frecce o accendo gli anabbaglianti.

Avevo capito che bastasse collegare un filo di massa........ :cry:

Per il momento non lamento problemi di avviamento, anche se il freddo ancora non è arrivato (e io lo scooter lo uso 365 giorni all'anno).
viganet
Simpatizzante
Simpatizzante
 
Messaggi: 14
Iscritto il: gio ott 30, 2008 2:56 pm
Località: Genova - Genova

Messaggioda MarcoPau » mer dic 10, 2008 12:40 am

Leggo solo adesso... grazie dataroby! Non so se hai letto il mio post http://www.burgman400.it/forum/viewtopi ... hlight=bua nel quale faccio tutto il lavoraccio sul termoelemento del carburatore. Anch'io ho grossi problemi di minimo a freddo, e sicuramente farò almeno parte dei lavori da te suggeriti in questo post, a maggior ragione adesso che fa un freddo impestato e il Burgy fa un sacco di fatica.

Grazie ancora, e spero vivamente che sia la volta che risolvo il problema, almeno per i prossimi 40K km (c'arrivo a 80K?) :-)

Ciao!
MarcoPau
Assiduo
Assiduo
 
Messaggi: 69
Iscritto il: dom nov 11, 2007 2:37 am
Località: Padova
Modello scooter o moto: B400 carburatore

Messaggioda SPOnKI » dom dic 21, 2008 4:14 pm

ciao ragazzi mi aggiungo anch'io alla lista di quelli a cui non funziona il sistema di accensione a freddo se avete una soluzione gentilmente me la potreste dare grazie (burgman400 del 1999)
SPOnKI
Simpatizzante
Simpatizzante
 
Messaggi: 19
Iscritto il: dom mag 18, 2008 9:39 pm
Località: Portogruaro
Modello scooter o moto: B400 X Silver

Messaggioda polifonico » dom dic 21, 2008 8:59 pm

stesso problema anche io purtroppo a freddo stenta a partire sulozioni?
polifonico
Simpatizzante
Simpatizzante
 
Messaggi: 16
Iscritto il: dom dic 21, 2008 8:47 pm
Località: Reggio Calabria
Modello scooter o moto: B400 Y TypeS Silver

Messaggioda MarcoPau » mer gen 07, 2009 12:02 am

Dato che il Burgy era fermo da un mesetto perché scarica la batteria ho comprato una nuova Yuasa e fatto solamente il riportino tra il motore sulla vite del motorino di avviamento e il telaio (punto 2 di dataroby). L'ho provato giusto una volta ché abbiamo un sacco di neve, ma mi sembra già un altro scooter! Finalmente quando parte a freddo non si spegne più appena sfioro la manetta, così riesco a tenerlo facilmente su e alla prima curva appena fuori di casa non mi muore :-)

Grazie infinite a roby che mi ha risolto un grandissimo fastidio che durava da anni.

commento rimosso...siamo su un forum pubblico e certi termini è meglio non usarli A.69
MarcoPau
Assiduo
Assiduo
 
Messaggi: 69
Iscritto il: dom nov 11, 2007 2:37 am
Località: Padova
Modello scooter o moto: B400 carburatore

Messaggioda giacomomai » mar gen 13, 2009 9:44 pm

ragazzi ho piccolo problema che si riallaccia a molti dei discorsi che ho letto minuziosomante in molti vostriforum ma che per dettagli sono diversi da quanto mi sta accadendo. Unico luogo comune Burgman 400 anno 99 non parte a freddo: premetto sono di Genova quindi adesso abbiamo temperature freddo ma non rigidissime e premetto pure che il mio ciccio è la notte inato garage.
Dopo un pò che è stato fermo faccio per partire ma niente batteria a terra.
passo a fare ponte con l'auto e il burgman parte al primo colpo.
Giro tranquillo e dopo che ho parcheggiato per andare al lavoro (8 ore) la sera non mi riparte di nuovo più.
Ho già fatto controllare la batteria da quello che me l'ha venduta e mi datto che aveva biogno di una bella ricarica. Stasera ho ritirato la batteria da un meccanico che mi ha fatto il favore di tenermela per 1 giorno sotto carica, faccio pr partire ma niente... tempo 4 volte e la batteria era di nuovo a terra: ho dovuto fare con i cavi nuovamente.
Sono quindi andato da un concessionario Suzuki amico che dopo un breve controllo con il testter: la batteria in moto caricava mi ha detto che prob possono essere le spazzole dell'avviamento che non ho mai cambiato. Per l'esperienza che ho poca ma un minimo ritengo non sia il regolatore di tensione saltato: dopo 10 min che viaggio posso riccenderlo alla prima anceh se dopo che mi sono fermato qualche ora. Adesso su suggeriemnto del meccanico suzuki ho sganciato il polo positivo per provar eventuali assorbimenti. Sono convinto però che domani non parta.
Scusate la prolisità ma stavolta non so proprio che pesci pigliare confido in qualche Vs utile suggerimento prima di spendere un sacco di soldi dal meccanico.
Potrebbero essere le valvole da registrare o l'olio ( ho messo sotto agip synt 2000 10-40) Prima volta in inverno che mi accade ciò.
Batteria cambiate, candele cambiate ma mai un rompicapo così.
Ciao a tutti e complimenti
giacomomai
Simpatizzante
Simpatizzante
 
Messaggi: 12
Iscritto il: sab gen 06, 2007 3:49 am
Località: Genova
Modello scooter o moto: B400 X Silver

Messaggioda Frapao » mar gen 20, 2009 3:39 pm

giacomomai ha scritto:...Batteria cambiate, candele cambiate ma mai un rompicapo così.

Il tuo problema potrebbe essere simile al mio, hai qualche aggiornamento? Hai risolto? :?
Frapao
Ci sono sempre
Ci sono sempre

Avatar utente
 
Messaggi: 626
Iscritto il: dom dic 11, 2005 11:47 pm
Località: Latina
Modello scooter o moto: Tmax 500 Abs Stealth Metal

Regolatore di tensione

Messaggioda Maxnap » mar lug 28, 2009 3:44 pm

Da quello che leggo il vostro problema è il regolatore di tensione, verificate che ai poli della batteria vi sia una tensione a minimo di motore pari a circa 13.6 / 14 Volt, e accelerando dovrebbe stabilizzarsi sui 13 volt, se cosi non fosse sostituite il regolatore di tensione, si trova dietro il boomerang anteriore e si sostituisce facilmente tramite spinotti, il costo dell'originale è decisamente alto, se lo trovate di concorrenza spenderete sugli 80/90 €

Saluti mAX

Prima di scrivere in una sezione tecnica, sarebbe gradita una tua presentazione nell'apposita sezione A.69 ;)
Maxnap
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mer lug 22, 2009 9:33 am
Località: Olbia
Modello scooter o moto: B400 X Silver

Re: Problemi elettrici burgman 99/00

Messaggioda stevecemento » ven ott 08, 2010 12:41 pm

dataroby ha scritto:E' già da un'anno o piu' che avevo scritto questo promemoria dei lavori sull'impianto elettrico che avevo effettuato sul mio vecchio burgy,ma per un motivo o l'altro me ne sono sempre dimenticato,ora che,facendo un pò di ordine nel mio hard disk,mi è saltato fuori questo documento ho pensato di pubblicarlo qui nel caso possa essere utile a qualcuno.
-------------------------------------------------------------------------------------

" I problemi che affliggono il burgman prima serie durante l'uso quotidiano penso siano noti a tutti,2 di questi che credo siano particolarmente fastidiosi sono:

-Difficoltà avviamento specialmente nei periodi freddi.
-Spegnimento del motore non appena si accende qualcosa tipo fanali,frecce,stop e nei casi piu' gravi anche senza nessun motivo,a random.
....

Andiamo avanti facendo l'elenco dei lavori che ho effettuato:
-1.Ho aggiunto 2 fili accoppiati da 6 mm che collegano il polo negativo della batteria direttamente al telaio.

-2.Ho aggiunto 2 fili accoppiati da 6mm che collegano il telaio al motore,il collegamento è stato effettuato attaccandomi ad una delle 2 viti che fissano il motorino di avviamento (sull'altra vite c'è attaccato il cavo del negativo che arriva direttamente dalla batteria) e l'altro capo ad un foro sul telaio già esistente.

....

Dataroby.


Buongiorno a tutti,
è il mio primo post.
Sono un pessimo meccanico :D ma dopo aver speso soldi per un nuovo motorino di avviamento (ne avranno montato veramente uno nuovo?), batteria nuova e per un altro intervento, ho deciso di seguire il consiglio sopra.

Ho eseguito il punto 2. con un po' di difficoltà (ma qui nel forum si trova una riposta a tutto).
Dopo la modifica il Burgman si avviava alla perfezione (prima della modifica bastava una notte un po' freddina per metterlo ko). Scoppiettava come una Harley (non so perchè) e il rumore del motore era un po' diverso da prima, forse perchè nel rimontare il filtro (o meglio, la parte in plastica più grossa nella quale alloggia il filtro vero e proprio), non sono riuscito a ricollegare un tubo in gomma che si trova sotto questa parte nera.

In ogni caso tutto andava bene fino a ieri quando si è nuovamente seduto. Alla mattina sembra non aver spunto per avviarsi.
Ho rismontato tutto e pulito in modo approssimativo i contatti sul motorino di avviamento; il Burgman si è avviato ma lo spunto non è più quello "potente" che aveva subito dopo la prima volta che avevo apportato la modifica.

C'è qualcuno che può darmi un suggerimento?

Grazie,
Stefano
stevecemento
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto
 
Messaggi: 1
Iscritto il: ven ott 08, 2010 12:25 pm
Località: Milano
Modello scooter o moto: B400 K1 TypeS Silver

Messaggioda anthony_69 » ven ott 08, 2010 12:53 pm

nelle F.A.Q. è vietato porre domande....per questo argomento esistono già vari topic..cercali e accodati a quelli.
Altre 2 cose....
la prima: sarebbe gradita una tua presentazione nell'apposita sezione...è buona regola farlo prima di postare ;)
la seconda : sarebbe opportuno che tu dia una letta sia al
:arrow: regolamento
sia alle
:arrow: informazioni di utilizzo
anthony_69
Amministratore
Amministratore

Avatar utente
 
Messaggi: 26392
Iscritto il: lun mag 21, 2007 9:57 am
Località: Roma - Riano
Modello scooter o moto: V-Strom Traveller ABS L0

Re: Problemi elettrici burgman 99/00

Messaggioda ghibly32 » dom giu 17, 2012 2:11 pm

dataroby ha scritto:E' già da un'anno o piu' che avevo scritto questo promemoria dei lavori sull'impianto elettrico che avevo effettuato sul mio vecchio burgy,ma per un motivo o l'altro me ne sono sempre dimenticato,ora che,facendo un pò di ordine nel mio hard disk,mi è saltato fuori questo documento ho pensato di pubblicarlo qui nel caso possa essere utile a qualcuno.
-------------------------------------------------------------------------------------

" I problemi che affliggono il burgman prima serie durante l'uso quotidiano penso siano noti a tutti,2 di questi che credo siano particolarmente fastidiosi sono:

-Difficoltà avviamento specialmente nei periodi freddi.
-Spegnimento del motore non appena si accende qualcosa tipo fanali,frecce,stop e nei casi piu' gravi anche senza nessun motivo,a random.

Anche il mio è afflitto da questi problemi e siccome stavo che pensando di sostituirlo sembra che se ne sia avuto a male e mi ha creato non pochi problemi tanto che non riuscivo nemmeno piu' ad usarlo che tanto ogni cosa che facevo lui puntualmente si spegneva e quando ciò accade in mezzo ad un incrocio,tanto per fare un esempio,non è per niente piacevole.
A me piacciono le sfide e prima di venderlo (l'alternativa sarebbe tagliarlo in 2 con una motosega e poi buttarlo) ho deciso di sistemarlo e direi che ci sono riuscito in pieno!
Cominciamo col dire che dopo aver provato di tutto a livello carburatoristico per ovviare al problema dell'avviamento difficoltoso che si verificava a volte anche a caldo sono arrivato alla conclusione che la causa principale era l'impianto elettrico che giudicherei nettamente sottodimensionato nonchè contorto dal punto di vista progettuale.
Per aver la certezza che questa mia ipotesi fosse giusta ho provato per un certo periodo,compreso quello invernale,ad avviare lo scooter applicando dei cavi con morsetto (quelli che si usano normalmente x gli avvii di emergenza) direttamente al motorino di avviamento utilizzando sempre la batteria dello scooter,risultato: anche con temperature vicine allo zero non sbagliava un colpo!!
Ora la domanda era: come mai se invece avvio normalmente ciò non avviene? E poi perchè a volte dopo aver messo in moto quando accendo i fanali il motore si spegne?
Ho pensato che i 2 difetti fossero correlati.
Prima di andare avanti vorrei fare una premessa,spesso si legge di gente che ha problemi di avviamento ,e la risposta che per lo piu' gli viene data è:"l'arricchitore di benzina" (tecnicamente il nome corretto è termoelemento).Anch'io mi ero convinto che fosse la causa ma dopo averlo sostituito e speso 99 neuri mi sono subito reso conto che è stata una spesa del tutto inutile,anzi controproducente inquanto il problema stava nell'accensione e non nell'alimentazione che venendo ulteriolmente arricchita (il mio termoelementeo non funzionava) non faceva che peggiorare la situazione.
Altra premessa:l'aggiunta del filo di massa alla centralina per ovviare allo spegnimento del motore quando si azionano i fanali o altro che a suo tempo mi era stata consigliata anche su questo forum si è rivelata del tutto insufficente,ma penso che sia doveroso precisare che ogni scooter è una storia a sè e magari a qualcuno la semplice aggiunta del filo di massa ha funzionato.
Andiamo avanti facendo l'elenco dei lavori che ho effettuato:
-1.Ho aggiunto 2 fili accoppiati da 6 mm che collegano il polo negativo della batteria direttamente al telaio.

-2.Ho aggiunto 2 fili accoppiati da 6mm che collegano il telaio al motore,il collegamento è stato effettuato attaccandomi ad una delle 2 viti che fissano il motorino di avviamento (sull'altra vite c'è attaccato il cavo del negativo che arriva direttamente dalla batteria) e l'altro capo ad un foro sul telaio già esistente.

-3.Ho aggiunto un filo da circa 3 mm, di sostegno a quello già esistente, sul positivo sotto chiave che alimenta rispettivamente: Centralina,bobina di accensione,termoelemento e il relè che si trova vicino alla centralina.
Questo filo è di colore arancio con riga bianca e lo troviamo che parte dal pulsante rosso di emergenza che si trova sul manubrio.Non è necessario andarlo a prendere lì in quanto è di sezione abbastanza grossa,io l'ho intercettato nella morsettiera che si trova dietro alla mascherina a forma di boomerang davanti,non è difficile trovarlo l'importante e non prendere il filo sbagliato.Ripeto il filo in questione è di colore arancione con riga bianca,ce ne sono molti altri di fili arancioni ma o non hanno nessuna riga oppure se ce l'hanno è di colore diverso,quindi attenzione!!
Il filo che ho aggiunto è a 2 capi e l'ho portato nella parte posteriore del burgy piazzando una canalina flessibile tipo quelle che si usano per gli impianti elettrici domestici.
Un capo l'ho attaccato al positivo della centralina e al positivo del relè anch'essi di colore arancio con riga bianca.
(Nota: per accedere alla centralina bisogna togliere il vano sottosella,la troveremo sul lato destro del burgy,su di essa sono collegate 2 spine una grande e una piccola con soli 4 fili,sulla spina piccola sono presenti i cavi di alimentazione il positivo è appunto arancio con riga bianca e il negativo nero con riga bianca)
L'altro capo l'ho portato alla bobina,per accedere alla bobina bisogna togliere il box filtro,essa si trova fissata con 2 viti da 5 di fianco al cilindro sul lato sx,io consiglio di smontarla anche se non è facile,per farlo procuratevi una chiave a brugola da 4 a L e una a T.
Sotto alla bobina sono collegati 2 fili tramite faston,tagliateli e buttateli via,io una volta sono rimasto a piedi perchè uno dei faston si era allentato e staccato.
I 2 fili sotto alla bobina sono rispettivamente di colore arancio con riga bianca e l'altro è totalmente bianco.
Il filo bianco và direttamente alla centralina e serve per inviare l'impulso di accensione io consiglio di rinforzare anche quello,l'altro quello arancio con riga bianca è quello a cui va attaccato il filo nuovo di cui si parlava prima.
Collegate i fili nuovi a quelli vecchi insieme e stagnateli sulla bobina così non correrete il rischio di rimanere a piedi come me per colpa di un faston da 2 centesimi piazzato in una posizione che piu' infelice di così non si poteva.

-4.Ho stagnato tutti i faston che troviamo sui cavi batteria,relè del motorino d'avviamento e quelli che troviamo attaccati al motorino d'avviamento.
Questi cavi sono grossi e sono crimpati su un faston anch'esso piuttosto grosso quindi per stagnarli occorre uno stagnatore abbastanza potente altrimenti la stagnatura non avviene,magari date una scaldata preventiva con un'accendino.
Procedere così:lavare e sgrassare con benzina o altro la parte da stagnare,grattare con carta vetro x bene in modo che lo stagno colato abbia il massimo del grip.

-5.Vicino alla cenralina in mezzo a tutti quei fili sparsi che solo un giapponese dispettoso poteva pensare di sistemarli in quel modo,troverete un distributore di masse;si tratta di un insieme di fili di colore nero con riga bianca (masse appunto)collegate insieme ad un piccolo morsettino che a prima vista assomiglia molto ad un piccolo relè..bene,stagnate un filo lì e attaccatelo al telaio.

Dopo aver effettuato tutto questo lavoro che richede una certa pazienza ho ottenuto un burgman che si avvia al primo colpo di avviamento perchè il motorino ora gira come si deve e qualsiasi cosa io aziono frecce,fanali,stop,lampeggio non si spegne piu' mettendo in pericolo la mia sicurezza per la strada.Ovviamente dò per scontato che abbiate una batteria in buono stato e che lo statore faccia il suo lavoro come si deve.

Tanto per fare chiarezza:non ho in alcun modo toccato o eliminato i fili che fanno parte dell'impianto originale ,li ho solo rinforzati accoppiando ad essi un filo nuovo perchè quelli originali sono troppo piccoli,troppo lunghi e se lo scooter ha un pò di anni probabilmente pure marci.

Ci sarebbe un'altra modifica da fare;io l'ho fatta ma in un secondo tempo.
Se qualcuno lamenta solo i problemi di spegnimento motore e non ha voglia/tempo/capacità di eseguire tutto il lavoro che ho dettato fin d'ora perchè magari non ha intenzione di tenere il burgy ancora per molto, per ovviare al problema può applicare uno o due condensatori elettrolitici sui fili che alimentano la centralina che ho menzionato prima e cioè: sulla spina più piccola attaccata alla centralina il filo nero con riga bianca (negativo) e il filo arancio con riga bianca (positivo).
Il condensatore elettrolitico deve avere un valore che non sia al di sotto dei 3000 microfarad 35V, io ad esempio ne ho messi 2 da 4700 microfarad 63V
,insomma che abbia una capacità tale da ovviare ai picchi di caduta dell'impianto elettrico che altrimenti mandano in "reset" la centralina facendo spegnere il motore.
Ricordatevi che i condensatori elettrolitici hanno la polarità e che qualsiasi filo o componente aggiunto deve essere stagnato in modo da scongiurare pericoli di falsi contatti e che prima di eseguire tutti i lavori che ho menzionato è meglio scollegare la batteria e per ultimo che la modifica numero -2. la considero essenziale in ogni caso in quanto fra motore e telaio non c'è un collegamento vero e proprio"

Dataroby.



...ave raga e Dataroby, con il tuo aiuto di questa F.A.Q. credevo di aver risolto "definitivamente" il problema del mio an 400 '99 in riguardo al fatto dello spegnimento quando azionavo le frecce o accendevo le luci....mi sono riposato per circa 2 anni da quando ho fatto il tuo lavoro!
Ora si ripresenta, oltre alle frecce e alle luci, anche quando freno...a volte si spegne anche da solo!!!!!
Premetto che ho cambiato già 2 batterie, il regolatore di tensione, controllato le stagnature del lavoro fatto, e poi l'ho portato da un amico meccanico di auto, che ci capisce molto più di me....anche lui ha avuto i suoi guai a cercare di capire dove si debba intervenire.
Mi ha detto che potrebbe essere la centralina malfunzionante posta sotto il vano sella....potrebbe essere!!!! :cry:
ghibly32
Simpatizzante
Simpatizzante
 
Messaggi: 12
Iscritto il: lun apr 27, 2009 9:07 pm
Località: Pescara - Alanno
Modello scooter o moto: AN 400 '99

Re: Problemi elettrici burgman 99/00

Messaggioda daniloy2k » ven set 14, 2012 7:55 pm

ciao , ho letto attentamente la guida di risoluzione al problema delle masse sul burgman 1 serie del 99 di cui io ne sono possessore.
ho effettuato tutte le modifiche da te suggerite , ne rimane solo una riguardo l'aggiunta di un condensatore sulla centralina in modo che non tagli piu l'alimentazione. cio perche nonostante ho finito le modifiche migliorando di molto l'efficenza del burghy ancora ogni tanto quando sta a minimo si spegne come se venisse tagliata l'alimentazione ma in modo diverso da prima.

mi spieghi meglio come fare a fare la modifica?
quello che segue è la tua spiegazione , in pratica va messo in parallelo un condensatore o piu di uno con il positivo sul filo arancio-bianco e il negativo sul filo nero-bianco da come ho capito?
ciao e grazie,Danilo


Ci sarebbe un'altra modifica da fare;io l'ho fatta ma in un secondo tempo.
Se qualcuno lamenta solo i problemi di spegnimento motore e non ha voglia/tempo/capacità di eseguire tutto il lavoro che ho dettato fin d'ora perchè magari non ha intenzione di tenere il burgy ancora per molto, per ovviare al problema può applicare uno o due condensatori elettrolitici sui fili che alimentano la centralina che ho menzionato prima e cioè: sulla spina più piccola attaccata alla centralina il filo nero con riga bianca (negativo) e il filo arancio con riga bianca (positivo).
Il condensatore elettrolitico deve avere un valore che non sia al di sotto dei 3000 microfarad 35V, io ad esempio ne ho messi 2 da 4700 microfarad 63V
,insomma che abbia una capacità tale da ovviare ai picchi di caduta dell'impianto elettrico che altrimenti mandano in "reset" la centralina facendo spegnere il motore.
Ricordatevi che i condensatori elettrolitici hanno la polarità e che qualsiasi filo o componente aggiunto deve essere stagnato in modo da scongiurare pericoli di falsi contatti e che prima di eseguire tutti i lavori che ho menzionato è meglio scollegare la batteria e per ultimo che la modifica numero -2. la considero essenziale in ogni caso in quanto fra motore e telaio non c'è un collegamento vero e proprio"



daniloy2k
daniloy2k
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mer mar 09, 2011 7:07 pm
Località: Avezzano
Modello scooter o moto: B400 X TypeS Silver

Re: Problemi elettrici burgman 99/00

Messaggioda brusky » mar mag 14, 2013 11:44 am

Anch'io ho eseguito le modifiche suggerite da dataroby sul mio Burgy del 2002, tranne che per i condensatori in quanto, almeno per ora, non ho problemi di spegnimenti ma soltanto di partenze moooolto difficoltose. In piú ho collegato al telaio anche un distributore di masse che si trova nella parte anteriore, dietro il faro. La situazione é notevolmente migliorata, ma il problema rimane...
brusky
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 36
Iscritto il: sab mag 11, 2013 12:22 am
Località: guidonia montecelio
Nome di battesimo: marco
Modello scooter o moto: B400k2 silver

Torna a F.A.Q., Tips and Tricks

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti